Frigorifero – consideriamolo di più!

Oggi vi voglio parlare del frigorifero, importante elettrodomestico che, se gestito male, può creare danni all’ambiente e al nostro portafogli!

Generalmente si crede che sia una macchina che genera freddo, ma in realtà non è così.

Il frigo è, in sostanza, una pompa che espelle il calore in esso contenuto, cercando di contrastare la temperatura esterna; pertanto maggiore è lo sforzo (e la temperatura esterna) che questa pompa deve compiere e più salate saranno le bollette.

 

Quali le soluzioni?

Innanzitutto adattiamo il frigorifero alle nostre reali esigenze, calcolando circa 40/50 litri di spazio a persona.

La temperatura ottimale è compresa fra i +7 e +8°C (un termostato costa circa 3 euro), dunque meglio evitare di mettere in frigo cibi caldi, lasciando spazio invece a quelli da scongelare.

Inoltre è bene ricordare di posizionare il frigorifero a 5 cm dalla parete, perché possa così smaltire il calore in uscita, e possibilmente lontano da fonti di calore, quali fornelli o caloriferi.

Quando compriamo un frigorifero nuovo (o comunque un elettrodomestico) dobbiamo stare molto attenti alla nostra scelta! Com’è noto, infatti, il rendimento energetico degli elettrodomestici è variabile. Questo rendimento è segnalato sull’etichetta del prodotto alla voce “classe energetica”, che dovrebbe sempre essere un fattore di scelta nell’acquisto di un elettrodomestico. E’ sempre bene scegliere il nostro elettrodomestico di classe energetica A+ o A++: consuma dal 25% al 65% in meno di energia elettrica rispetto a un modello standard!

Altra cosa…non apriamo e richiudiamo lo sportello mille volte…in questa maniera, infatti, sprechiamo più energia!

 

 

Lo sapevi che…
… alzare la temperatura del frigorifero di un solo grado centigrado significa risparmiare il 6% di energia. Abbassarla di un grado centigrado costa invece molta più energia.
… frigoriferi e congelatori sono tra i maggiori consumatori di energia tra le mura domestiche: il loro funzionamento incide sulla bolletta per un terzo.

Commenti

  1. 30 maggio 2008 at 10:15 am

    Ultimamente questo post mi rigurda da molto vicino….
    Circa un mese fa ho cambiato il frigorifero, ho comprato un A+ che oltre a consumare meno e a essere meno invasivo per l’ambiente ho ricevuto un incentivo dallo stato.
    Infatti sulla dichiarazione dei redditi ho potuto scalare una parte edl costo del frigorifero in quanto permiata per aver scelto di una categoria poco inquinante!

    -Mart@-

  2. madreterra
    Rispondi
    2 giugno 2008 at 12:54 pm

    Si infatti è proprio così! La Legge Finanziaria 2007 ha introdotto lo sconto Irpef per chi rottama frigoriferi e congelatori acquistando apparecchi a maggior risparmio energetico, ovvero di classe A+. Questa iniziativa però è prevista per il solo periodo d’imposta 2007. Mi sembra che il massimo di detrazione per l’acquisto del nuovo frigo sia di 200 euro per ciascun apparecchio.
    In più sono detraibili anche i costi di trasporto e le eventuali spese connesse allo smaltimento dell’apparecchiatura ormai in disuso.
    Posso davvero dire che iniziative del genere sono da medaglia.

  3. 4 giugno 2008 at 12:05 pm

    non so aggiungere molto, ma posso confermarvi che a maggio 2008 c’era ancora la possibilità di avere i 200 euro di rimborso.
    ciao ciao

  4. madreterra
    Rispondi
    4 giugno 2008 at 3:41 pm

    Grazie Ismaele!
    Beh magari tra un pò verranno riproposte iniziative così!
    Almeno per chi non ne ha approfittato!
    Incrociamo le dita 😉

Lascia un commento

* tutti i campi sono obbligatori