Recompute: quando la tecnologia passa per il cartone

Il positivo binomio carta-tecnologia non dovrebbe esservi nuovo (ricordate il BytePac?). Brenden Macaluso, durante il concorso “Greener Gadgets Design Competition” sull’eco-sostenibilità nel campo dell’elettronica, ha ideato Recompute,  un PC che, a esclusione della scheda madre, del processore e dell’alimentatore, è interamente riciclabile perché fatto di cartone (già riciclato) e lavorato con colla non tossica.

Un computer tradizionale, come sappiamo, è composto da svariati materiali (plastica, alluminio, acciaio, mercurio, rame, cadmio, …) che sono laboriosi da assemblare per dare vita al PC ma anche da smaltire al termine del suo ciclo di utilizzo.

Ogni singolo componente dovrebbe essere riciclato separatamente ed essendo un procedimento dispendioso spesso accade di trovare interi computer in discarica, perdendo, così, l’occasione di riutilizzare quelle parti ancora funzionanti.

L’idea alla base di Recompute è quella di diffondere un PC esteticamente gradevole e, al tempo stesso, capace di rispettare l’ambiente, durante il suo intero ciclo di vita, grazie alle sue caratteristiche eco-compatibili che rendono più semplice lo smaltimento dei singoli componenti.

Lascia un commento

* tutti i campi sono obbligatori