Il Riciclo di Trasformazione: dai monitor alle piastrelle con Glass Plus

Nella mia tesi di laurea specialistica, come vi ho già raccontato, ho rielaborato i concetti delle 3 R (Riduco, Riuso e Riciclo) in chiave tecnologica.

Proprio in merito al riciclo ho elaborato 4 tipologie differenti: riciclo remunerativo, riciclo creativo, riciclo solidale e infine il riciclo di trasformazione. Proprio di quest’ultimo voglio parlarvi oggi.

Perché riciclare le apparecchiature elettroniche/elettriche?

Quando non sappiamo più come utilizzare un computer non funzionante e non abbiamo alcuna idea su come riciclarlo con ingegno e fantasia, l’unica soluzione sensata è quella di depositarlo presso i centri di raccolta (questo perché è un rifiuto speciale, ovvero un RAEE – rifiuto derivante da un’apparecchiatura elettrica ed elettronica -), avvalendosi anche dell’opportunità dell’”Uno contro Uno”. In questa maniera è possibile recuperare tutte quelle sostanze rare e non rinnovabili, sempre più difficili da reperire, contenute in questi moderni “scrigni” per riutilizzarle in nuove produzioni.
La Cina, che detiene il 36% dei giacimenti di terre rare del pianeta, di minerali essenziali nella produzione di computer, cellulari, fotocamere, si afferma come il più grande produttore e fornitore del 90% dei 17 metalli “vitali” per l’industria tecnologica. Essa, però, ha deciso di dare un taglio netto a questo tipo di attività per diminuire le emissioni prodotte.
I marchi High Tech di tutto il mondo devono perciò far fronte a questa situazione ricercando nuovi bacini (in Groenlandia, Svezia, Africa, Vietnam) ma anche cercando di recuperare più materie prime seconde possibili dai rifiuti tecnologici.
Quel che è certo è che è necessario ridurre la dipendenza dalle fonti estere. Ecco perché è importante aumentare la raccolta dei RAEE al fine di recuperare risorse preziose e riutilizzabili. Una strategia, questa appena descritta, che permette di realizzare un’economia a circolo basata su una società che ricicla per utilizzare i rifiuti come risorsa.

Esempio di riutilizzo di alcune componenti: Glass Plus

Una volta recuperate le sostanze da reinserire nel ciclo produttivo tecnologico e una volta eliminate tutte quelle parti non riciclabili e non riutilizzabili, cosa, le aziende specializzate, possono fare con i materiali rimanenti?
Tra i tanti esempi eccone uno tra i più interessanti: Glass Plus, una realtà in grado di trasformare il vetro di vecchi televisori e monitor in piastrelle.

Continua a leggere “Il Riciclo di Trasformazione: dai monitor alle piastrelle con Glass Plus”

NUOVE IDEE PER VECCHI OGGETTI: PARTE 2

Vi voglio proporre un’altra idea che ho realizzato sempre sull’onda della filosofia delle 3R (risparmio, riutilizzo e riciclo)…il kit del cucito da borsa! Ho semplicemente sfruttato una scatola rigida che conteneva dei chewing gum e che ormai vuota avrei dovuto buttare. Mi spiaceva sinceramente buttarla ed essendo un contenitore molto rigido e con una bella […]

NUOVE IDEE PER VECCHI OGGETTI!

Ho già detto molte volte che dovremmo sempre perseguire la filosofia delle 3R, ovvero Risparmio, Riutilizzo e Riciclo…e in questo post voglio parlare proprio di riuso! Quanti di noi scovano oggetti (che molto probabilmente consideriamo delle cianfrusaglie) in casa propria e se ne vogliono disfare? Tutti direi! Ebbene una delle tante soluzioni (regali ad amici, […]